5 tool gratuiti che utilizzo all’interno del mio sito web

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

In questo articolo voglio parlarti dei 5 tool gratuiti che utilizzo all’interno del mio sito web.

Come forse avrai notato, il mio sito non presenta attualmente una brand identity definita.

L’ho infatti realizzato al volo per la semplice esigenza dell’avere un luogo virtuale dove poter esporre i servizi che offro, condividere la mia esperienza e scrivere dei temi che mi interessano, anche non inerenti alla mia professione.

Ci ho messo poche ore a realizzarlo e, per rispondere ad alcune delle mie esigenze, ho ricorso all’utilizzo di alcuni tool gratuiti che secondo me potrebbero interessarti.

Di seguito voglio elencarteli velocemente, sperando che almeno uno possa esserti utile.

WordPress.org

Spesso lo diamo per scontato o comunque lo sottovalutiamo ma WordPress.org (più comunemente, WordPress) è uno strumento open-source e gratuito.

Alcune persone, tra l’altro, son convinte che debbano pagarlo, quando si affidano ad un professionista per la realizzazione di un sito web.

WordPress è un CMS (Content Management System), uno strumento che sostanzialmente semplifica nettamente la vita a chi, realizzando il proprio sito, deve gestire contenuti e interazioni con il database senza saper mettere mano al codice, ad esempio.

Open-source significa che il codice è accessibile e modificabile da chiunque, gratuito significate che puoi installarlo sul tuo web server senza spendere un centesimo.

Questo sito web, come la stragrande maggioranza dei siti presenti su Internet, è stato realizzato grazie a WordPress, che ci mette a disposizione anche un bel backend attraverso il quale scrivere ad esempio questo articolo.

Flamingo

Viriamo sul tema legale e parliamo di Flamingo, un simpatico plugin WordPress (facilmente installabile e gratuito) che lavora in coppia con Contact Form 7 e che ci aiuta a rispettare alcune regolette imposte dal GDPR (Regolamento generale sulla protezione dei dati).

Quando raccogliamo dei dati, attraverso un form di contatto, abbiamo l’obbligo di poter provare che le persone ci abbiano dato il consenso a farlo.

Non basta quindi richiederlo ed ottenerlo (attraverso gli opportuni flag, ad esempio), bisogna poter provare in qualsiasi momento che se ne è in possesso.

Flamingo ci aiuta in questo.

I dati raccolti da Flamingo

Consente infatti di memorizzare tantissime informazioni raccolte dal form (che alternativamente andrebbero “perse”), permettendoci di dimostrare che l’utente ha effettivamente accettato la normativa sulla privacy registrandone il consenso, come richiesto dal GDPR. Utile, no?

Per essere sempre certo di trattare correttamente i dati personali dei tuoi utenti rivolgiti sempre ad uno studio legale.

Flourish

Flourish è un’applicazione web molto interessante che, “gratuitamente” (in realtà si prende in cambio i dati che utilizzi all’interno dei tuoi progetti) permette la realizzazione di grafici interattivi, rappresentazioni e componenti.

Mi piace molto il livello di personalizzazione che Flourish permette, rendendo abbastanza semplice la realizzazione di componenti esteticamente belli e tendenzialmente responsive.

Una volta realizzati, puoi embeddarli all’interno del tuo sito web, proprio come ho fatto io all’interno della pagina relativa alla marketing automation.

Mi raccomando, non esagerare con gli embed.

Flourish prevede anche una versione e pagamento.

Miro

Miro è una sorta di lavagna online che favorisce la collaborazione visiva di un team e aiuta a rappresentare graficamente flussi, specifiche o qualsiasi altra cosa.

Il brainstorming, il design, l’esemplificazione e la rappresentazione di idee e concetti, quindi, vengono resi estremamente semplici e di impatto, grazie a Miro.

Io lo uso, ad esempio, per rappresentare i funnels di acquisizione, per disegnare l’architettura software di un applicativo o anche semplicemente per raccogliere delle idee e ordinarle.

Può essere molto utile, tra l’altro, per gestire e coordinare lo sviluppo seguendo la metodologia SCRUM (Agile).

Puoi vedere un esempio di come ho utilizzato Miro qui: troverai un embed della lavagna virtuale direttamente sul mio sito web.

Anche Miro presenta diverse versioni a pagamento.

Tripetto

Tripetto è un plugin WordPress gratuito (con upgrade a pagamento che permette notifiche e automazioni varie) che permette di realizzare facilmente form, questionari e chat utili a raccogliere informazioni dai tuoi utenti attraverso un’interfaccia coinvolgente e graficamente interessante.

la costruzione di form tramite Tripetto

Grazie a Tripetto la lead generation viene resa coinvolgente e semplice: l’immagazzinamento dei dati, infatti, avviene direttamente all’interno di WordPress.

Conclusioni

Ognuno degli strumenti visti meriterebbe di essere approfondito in dettaglio, visto che ognuno di essi potrebbe essere inserito all’interno di ecosistemi più complessi ed aiutarti a realizzare cose anche sofisticate.

L’intento di questo articolo, però, era solamente elencarti 5 tool gratuiti che io sto attualmente utilizzando, dandoti modo eventualmente di conoscerli.

Spero che almeno uno possa esserti utile.

Torna su